Spider-man vs Covid-19

Ieri sera, ho letto un articolo che parlava di tre bambini Boliviani finiti in ospedale, dopo essersi fatti mordere da una vedova nera per acquisire il potere del ragno e diventare come Spider Man. Non sono morti per fortuna, ma se la sono vista davvero brutta…per dirla con le parole di un giornalista del Messaggero: non sono diventati supereroi ma almeno sono stati superfortunati. La finzione cinematografica è così, a volte ti entra talmente dentro, da diventare realtà e d’altronde, se lo dicono in tv, per quale motivo non dovrebbe essere vero? direbbe a questo punto un qualsiasi bambino.

Questa mattina invece, ho letto un’altra notizia che in qualche modo è legata a quella sopra. Finalmente, e non lo dico come persona che scrive su questa pagina, ma come scienziato, la Federazione Nazionale Infermieri sembra aver mosso un’azione legale contro Stefano Montanari, denunciandolo per diffusione di bufale, se volete castronerie o meglio stronzate, a proposito del contenimento e della cura del COVID 19 e delle sue tesi complottiste anti-vaccinali basate su pseudoconoscenze e nessun fatto veritiero. Il farmacista, giovando del suo titolo di studio, e del suo expertise, nel corso degli anni ha radunato un bel numero di sostenitori che lo seguono e condividono il suo punto di vista di No-Vax e No-Covid. D’altronde, se lo dice un farmacista, che di queste cose se ne intende, per quale motivo non dovrebbe essere vero? Risponderebbe a questo punto una qualsiasi persona d’accordo con lui.

La verità è che molti di noi esseri umani, sono rimasti come bambini in balia della tv e come bambini invece di utilizzare gli strumenti cognitivi maturati con l’esperienza, che ci hanno in qualche modo permesso di sviluppare una certa intelligenza (chi più chi meno), imparano meccanicamente, per prove ed errori…a tentativi. Come diceva il popolare Fisico, premio Nobel e suonatore di Bongo, Richard Feynman: Non so che cosa non va nella gente: Non imparano usando l’intelligenza, ma solo meccanicamente o giù di lì, il loro sapere è così fragile!

L’azione della Federazione Nazionale Infermieri è una bellissima notizia, soprattutto perché viene da quella categoria di persone, che sono state veramente nell’occhio del ciclone durante questa pandemia e che lo saranno ancora per molto tempo. Era ora che qualcuno facesse una mossa, per cominciare a ripulire il campo da tutte queste informazioni errate, che chiamiamo gentilmente bufale ma che sono concretamente falsità. Il termine bufale è troppo buono, rimanda alla mozzarella, all’animale, a qualcosa che: sì è una cazzata, ma infondo che male c’è? Invece no, il male c’è eccome, quando con stronzate del genere si va a disturbare il lavoro di centinaia di persone che per settimane hanno rischiato la propria vita per salvare quella degli altri.

Il caro prezzo di abbracciare falsi credo senza verificarne la reale fondatezza lo ha pagato Brian Lee Hitchens, complottista e negazionista del Covid-19, che fregandosene altamente, alla fine ha contratto la malattia insieme alla fidanzata e per poco non c’è rimasto secco. Quando è tornato dai suoi amici complottisti con la sua testimonianza, i vecchi compagni lo hanno accusato di essere passato tra le file del nemico e di essere diventato come tutti gli altri…come si dice…becco e bastonato.

Qual è la differenza tra Brian e i bambini Boliviani? Solo l’età, per il resto il nostro Brian e altri come lui, impara come imparano i bimbi e questo modo di apprendere a una certa età presenta un conto abbastanza salato, perché non ci sono i genitori che proteggono e soprattutto non ci sono scusanti del tipo: sono bambini, può succedere.

Niente da aggiungere, i bambini Boliviani spero, faranno tesoro di questa esperienza e diffideranno di ogni cosa gli verrà detta, fino a quando non ne verificheranno l’esattezza. Che poi, gli studenti del liceo di parte Peter Parker, vanno a visitare un laboratorio di studi genetici iperfigo dove si fanno studi incredibili e avanzatissimi. C’è un ragno pericolosissimo frutto di mutazioni genetiche che manca dalla sua teca. Nessuno si allarma, non scattano operazioni di ricerca e controllo, la visita continua tranquilla…eddai che Brian qualche mese fa avrebbe detto…come a Wuhan coi pipistrelli!